Scartati regali per 3,9 miliardi, -5% su Natale scorso

Regali utili e riciclati: è il trend di Natale 2014. Uno su tre ha speso meno di 100 euro. Il monitoraggio della Coldiretti su dati Deloitte.

La spesa per i regali di Natale è risultata in calo del 5% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Gli italiani hanno speso 3,9 miliardi secondo una analisi della Coldiretti dalla quale emerge che la tendenza è stata quella di tagliare sul costo del singolo regalo piuttosto che ridurre il numero dei beneficiari, quindi è diminuita la spesa media per ogni singolo dono.

Un italiano su tre secondo il monitoraggio di Coldiretti ha speso in regali meno di cento euro, il 45 per cento tra i cento e i duecento euro e solo il 21 per cento oltre duecento euro.

In ogni caso solo l'8 per cento degli italiani questo Natale ha rinunciato a fare regali. La crisi era palpabile però nelle attese con il 54 per cento degli italiani che aveva espresso il desiderio di trovare sotto l'albero qualcosa di utile, ma di cui ha dovuto rinviare l'acquisto, mentre solo il 19 per cento ha "sognato" un regalo sfizioso che non poteva permettersi.

Altro trend significativo è dato dal fatto che il 24 per cento degli italiani ha regalato un articolo che possedeva già ma mai usato, praticamente riciclato.

Tra i regali di Natale 2014 più gettonati troviamo i capi di abbigliamento e gli accessori, acquistato dal 42 per cento dei connazionali, poi i prodotti alimentari anche riuniti nei tradizionali cesti scelti dal 37 per cento e i libri preferiti invece dal 34 per cento dei consumatori.

Per i regali dei bambini gli acquisti hanno premiato soprattutto il contenuto educativo (54 per cento), la tradizione (22 per cento) e l'innovazione (15 per cento). In crescita però anche i doni green (7 per cento) mentre solo il 2 per cento ha seguito le tendenze più alla moda, secondo le elaborazioni di Coldiretti su dati Deloitte.

Natale 2014 spesa regali

  • shares
  • Mail