Carlos Slim primo azionista del New York Times

Con l'esercizio dei warrant, ma il controllo del quotidiano statunitense rimane alla famiglia Sulzberger.

Carlos Slim, miliardario messicano, tycoon della telecomunicazioni, secondo uomo più ricco del pianeta dopo Bill Gates secondo Forbes, è diventato il primo azionista dell'autorevole quotidiano Usa New York Times.

Slim, che ha un patrimonio stimato in 73,1 milioni di dollari, e che fino al 2013 era considerato il più ricco del mondo, ha esercitato warrant per l'acquisizione di 15,9 milioni di azioni di classe A di New York Times Co., l'editore dell'omonimo quotidiano.

Esercitando il warrant (contratto a termine con facoltà di sottoscrivere l'acquisto) Slim è ora il primo azionista del New York Times dato che possiede 27,8 milioni di titoli, pari al 16,8% del capitale. Prima dell'esercizio del warrant la partecipazione di Slim era all'8%, sotto il 9,5% detenuto da Fairpointe Capital.

Slim ricevette i warrant nel 2009 quando concesse all'editore del quotidiano newyorkese un prestito di 250 milioni di dollari, soldi necessari come il pane in quella fase per permettere alla società di fra fronte al repentino calo della pubblicità e all'aumento dei debiti.

La società New York Times Co. ha rimborsato il prestito tre anni e mezzo prima della sua naturale scadenza, nel 2011. L'esercizio dei warrant ha permesso al NYT di incassare 101,1 milioni di dollari che saranno impiegati per riacquistare azioni proprie.

Il magnete messicano diventa sì il primo azionista del New York Times ma il controllo della testata rimane ben saldo nelle mani della famiglia Sulzberger, che detiene l'83,7% delle azioni con diritti di voto maggiorato di Classe B.

Slim primo azionista New york times

Foto © Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail