Carburanti: prezzi in leggero aumento

Il servizio Check-Up Prezzi di QE, dove conviene fare benzina, gasolio e gpl

I prezzi dei prodotti petroliferi sono tornati in rialzo sui mercati internazionali ma i prezzi raccomandati sulla rete di distribuzione carburanti nazionale restano, almeno per ora, sostanzialmente stabili secondo il monitoraggio odierno di Quotidiano Energia.

A livello territoriale però visti gli aumenti dei prezzi alla pompa registrati la scorsa settimana, i prezzi praticati alla colonnina risultano in leggero aumento con margini di progressività per i rialzi.

Secondo il campione di impianti di distribuzione di carburanti del servizio Check-Up Prezzi di Quotidiano Energia, campione rappresentativo della situazione italiana, il prezzo medio praticato in modalità servito della benzina va oggi dal più conveniente 1,567 euro al litro del market leader ENI a 1,589 al litro di Tamoil, i distributori no-logo scendono fino a 1,446 euro al litro.

Per il diesel si va da 1,486 euro al litro sempre di ENI a 1,512 euro, il prezzo più caro al litro, di Q8. Gli impianti no-logo no vanno oltre 1,352 euro per un litro di gasolio. Il Gpl invece oscilla tra 0,601 euro al litro di Esso e 0,625 praticato da Shell, no-logo a 0,588 euro al litro.

Le punte di prezzo minime sempre in modalità servito, esclusi i distributori no-logo, nel nord Italia si attestano a 1,483 euro al litro per la verde, a 1,430 euro al litro per il diesel e 0,567 euro al litro per il Gpl.

Benzina prezzi oggi

  • shares
  • Mail