Asili nido Roma: Tar annulla gli aumenti delle tariffe 2014-2015

Per i giudici amministrativi è illegittima la delibera con cui dopo le iscrizioni agli asili nido comunali sono state aumentate le tariffe.

Il Tar del Lazio annulla gli aumenti delle tariffe per gli asili nido romani stabiliti in precedenza dal Comune per l'anno scolastico in corso, 2014-2015. Con una decisione arrivata lunedì sera la seconda sezione del Tar del Lazio ha fatto suo il ricorso di alcuni genitori appoggiati dall'associazione di consumatori Codacons.

Più in dettaglio le famiglie si erano rivolte al Tribunale amministrativo regionale denunciando che a iscrizioni già belle e fatte era arrivata, a sorpresa, la delibera del consiglio comunale capitolino che aveva di botto rideterminato le tariffe per gli asili nido comunali: oltre all'aumento (dal 7 al 15,5%) la decisione dell'assemblea aveva abolito anche l'esenzione per il terzo figlio.

Secondo i giudici amministrativi:

deve ritenersi l'illegittimità della delibera con cui, una volta perfezionatosi il procedimento di iscrizione agli asili nido comunali, vengono introdotte modifiche tariffarie più gravose per gli utenti i quali, al momento del perfezionamento dell'iscrizione, hanno fatto affidamento sull'applicazione delle tariffe vigenti all'epoca conosciute e conoscibili.

Secondo il Tar la rivisitazione delle tariffe in corsa, per l'anno scolastico 2014-2015:

si traduce in una lesione dell'affidamento legittimamente riposto dai ricorrenti nella permanenza degli unici costi conosciuti e conoscibili di fruizione del servizio richiesto e accettato, e, più in generale, delle regole di imparzialità, correttezza, lealtà dei comportamenti e buona fede

si legge ancora nella sentenza.

tariffe asili nido roma

  • shares
  • Mail