Bankitalia: prestiti al settore privato ancora in calo (-1,6%)

I dati su raccolta, prestiti e sofferenze diffusi da Palazzo Koch

La raccolta di depositi presso le banche nazionali è cresciuta a dicembre 2014 del 3,9% su base annua, ma la stretta nella concessione del credito alle famiglie non si è affatto arrestata nei 12 mesi passati

Si possono sintetizzare così i dati diffusi da Bankitalia oggi. La crescita dei depositi a dicembre si è attestata quasi al 4% dal 3,5% di novembre. Invece raccolta obbligazionaria, comprese le obbligazioni detenute dal sistema bancario, è calata del 17,3% su base tendenziale (rispetto a dicembre 2013), dal -17,4 per cento registrato lo scorso novembre.

I numeri sulla raccolta diffusi da Via Nazionale raccontano più in dettaglio che per quanto riguarda i prestiti al settore privato, corretti tenendo conto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti/cancellati dai bilanci bancari, sono in calo su base annua a dicembre dell'1,6%, stesso dato di novembre.

I prestiti alle famiglie sono scesi dello 0,5% rispetto a dicembre 2013, come nel precedente mese di novembre, mentre quelli alle società non finanziarie sono diminuiti, sempre su base tendenziale, del 2,3%, dal -2,6% a novembre.

Le sofferenze bancarie risultano in diminuzione per un tasso di crescita sui dodici mesi, tenendo conto delle discontinuità statistiche, pari al 15,2% dal 18,4% di novembre.

I tassi d'interesse comprensivi delle spese accessori sui finanziamenti erogati nel mese alle famiglie per l'acquisto di abitazioni a dicembre sono risultati in calo al 3,09% dal 3,19% precedente, quelli sulle nuove erogazioni di credito al consumo si sono attestati all'8,06% (da 8,56% di novembre).

Sempre a dicembre 2014 i tassi d'interesse sui nuovi prestiti a società non finanziarie di importo fino a 1 milione di euro sono risultati pari al 3,31% (3,38% nel mese precedente); quelli sui nuovi prestiti di importo superiore a un mln al 2,15%, in salita dall'1,98% di novembre. I tassi passivi sul complesso dei depositi in essere sono risultati pari allo 0,73%, dallo 0,74% di novembre.

 Bankitalia prestiti

  • shares
  • Mail