Superanagrafe fiscale: spiati conti correnti, carte di credito e cassette di sicurezza

Da fine febbraio 2015 la Superanagrafe dei contribuenti dell'Agenzia delle Entrate. Cos'è e come funziona.

Superanagrafe fiscale ai nastri di partenza. Gli 007 del Fisco si preparano alla stretta anti evasione: spulceranno tra conti correnti e carte di credito grazie al grande fratello fiscale che seguirà ogni nostro pagamento, movimento, accredito, addebito, con contante e moneta elettronica.

I controlli. Da fine febbraio 2015 conti correnti, conti deposito, carte di credito e debito saranno passati al setaccio all’occhio vigile dell'Agenzia delle Entrate. Per quella data il Fisco potrà contare sulla Super anagrafe aggiornata che conterrà tutti i dati finanziari dei contribuenti del 2013 in virtù della collaborazione con banche, Sim, compagnie di assicurazione, Poste Italiane e intermediari finanziari.

Per i dati del 2014 invece la Super anagrafe dei contribuenti sarà aggiornata non oltre la fine di 29 maggio. Oltre a conti e carte finiranno sotto la lente delle Entrate anche le cassette di sicurezza depositate presso le banche e gli acquisti di oro e preziosi.

Una vera e propria un'anagrafe di tutti i rapporti finanziari quindi. La lotta all’evasione è dichiarata, sull’efficacia di misure che vanno comunque a incidere, e non poco, su dati sensibili si potrà dire tra qualche tempo.

Come funziona la Superanagrafe del Fisco. L'Agenzia delle Entrate con i dati ricevuti compilerà delle liste selettive di contribuenti da tenere sotto controllo, a tali dati potranno avere accesso, per la privacy, solo una ventina di funzionari. Le discrepanze e le anomalie eventualmente rilevate non possono però far partire le indagini, al massimo confermare quelli che erano i sospetti degli ispettori del Fisco. Tutti i movimenti in entrata e uscita in ogni caso oltre a servire per elaborare le liste selettive di contribuenti potranno essere usate a largo spettro per le analisi del rischio evasione.

superanagrafe fiscale

  • shares
  • Mail