Il proibizionismo delle accise pende sulla testa dei fumatori

Rincaro sigarette Dopo l'impopolare provvedimento Sirchia del 2005 sul divieto di fumare nei locali pubblici il governo continua la sua crociata contro i tabagisti con un lento ma progressivo aumento delle accise sulle "bionde". Rincari del 2% ogni 6-8 mesi continuano a vessare i fumatori per arricchire le casse dello Stato con il presunto obiettivo di migliorare la salute pubblica. La misura e' prevista nel Programma nazionale 'Guadagnare salute', promosso dal ministero della Salute in collaborazione con altri dicasteri e varie associazioni.

Certo la normativa, entrata in vigore il 10 gennaio di due anni fa, ha anche avuto un risvolto 'salutare': a fine 2005 circa mezzo milione di italiani aveva detto addio alle sigarette. Una 'efficacia' pero' che si e' persa col tempo e che potrebbe ripetersi solo con una nuova 'mossa': portare almeno a 5 euro il prezzo del pacchetto di 'bionde'. Parola di Piergiorgio Zuccaro, direttore dell'Osservatorio Fumo, alcol e droga (Ossfad) dell'Istituto Superiore di Sanità.

Nessuno ha considerato il trascurabile problema della discriminazione economica di una determinata categoria di cittadini-consumatori? Perchè mai un cittadino che voglia ammazzarsi di hamburger può sentirsi libero di gestire il proprio colesterolo al meglio e in economia e chi invece opta per il tabacco deve sborsare ingenti cifre pagando pegno tra l'altro allo Stato??

A quasi cinque anni (dati 2001-2006) dall'entrata in circolazione dell'euro le sigarette italiane (+54,2%), insieme ai prodotti di oreficeria (+52,6%) e i trasporti aerei (+45,5%) sono le voci che hanno subito i maggiori rincari. Dove si è persa la voce delle associazioni consumatori che tanto strillano per gli aumenti ingiustificati sul prezzo del petrolio?

Perchè per il crescente problema dell'obesità tra i minori lo Stato non pensa di tassare i Fast Food e calmierare i costi dei cibi biologici che normalmente hanno dei costi inaccessibili?
Ma soprattutto come mai il governo non permette agli esercenti di aprire locali adibiti ai soli fumatori mentre è favorita e spesso indotta l'apertura di locali per soli non fumatori??? Non è forse discriminatorio tutto ciò?

Non contenti i paladini dell'antifumo stanno abbellendo i pacchetti di sigarette in tutto il mondo con foto di tumori polmonari e feti danneggiati (v. articolo) per rendere i tabagisti più consapevoli del pericolo che corrono .… a quando l'abolizione delle patatine fritte?

  • shares
  • Mail