Aeroporti italiani: traffico passeggeri in aumento a gennaio del 4,8%

I dati di Assaeroporti sul traffico in 34 scali aeroportauli a inizio 2015.

Traffico aereo in crescita con l'inizio dell'anno negli aeroporti italiani: a gennaio 2015 il traffico passeggeri è aumentato del 4,8% rispetto allo stesso mese del 2014, un segnale di ripresa per un comparto colpito come tanti altri da oltre un lustro di pesante crisi economica.

A diffondere i dati stamattina è stata Assaeroporti, associazione confindustriale delle società di gestione, secondo cui nel primo mese dell'anno nuovo sono stati quasi 9,5 milioni (9.490.687) i passeggeri che hanno preso o sono scesi da un aereo sui 34 scali nazionali monitorati.

A essere in leggero calo è invece il traffico aereo cargo (-1,3%) per complessive 68.348 tonnellate di merci in viaggio sui vettori mentre i movimenti tengono botta (-0,2%).

Più nel dettaglio dei singoli scali aeroportuali, buone performance a gennaio per tutti e due gli aeroporti che servono Roma capitale: quello di Fiumicino ha contato 2.435.939 passeggeri in transito, per un incremento del 6,4% sull'anno scorso, meglio quello di Ciampino che ha fatto segnare addirittura una crescita a due cifre (+12,3%) per 411.351 viaggiatori in tutto rispetto a 12 mesi prima.

A mostrare un segno negativo sono invece gli aeroporti milanesi, a cominciare da Malpensa che con 1.232.478 passeggeri in transito a gennaio perde il 4,3% mentre Linate contiene il calo annuo con una diminuzione attorno all'1%, per 637.607 passeggeri.

L'aeroporto di Bergamo invece si difende più che bene, con una crescita del traffico passeggeri del 21,1% a gennaio 2015 rispetto allo stesso mese dell'anno scorso, per un totale di 719mila unità.

traffico aereo 2014

  • shares
  • Mail