Cgia: non c'è correlazione uso contante-evasione fiscale

Analisi dell'Ufficio studi della Cgia di Mestre. In Italia ci sono quasi 15 milioni di unbanked e il limite all'utilizzo del contante è il più basso d'Europa.

Non c'è nessuna correlazione tra uso contante e l'evasione fiscale. Ne è convinta la Cgia di Mestre che oggi presenta uno studio in cui si sostiene che nonostante l'Italia abbia il limite all'uso del contante più basso d'Europa l'evasione fiscale non ne avrebbe risentito.

Per la Cgia c'è una scarsissima correlazione tra la soglia limite all'uso di cartamoneta cui obbliga la legge e il rapporto tra la base imponibile Iva non dichiarata e Pil, cioè l'evasione fiscale.

Tra il 2000 e il 2012 a fronte di una soglia limite all'uso del denaro che è rimasta pressoché stabile fino al giugno 2008, l'evasione ha registrato un andamento altalenante fino al 2006 per poi scivolare progressivamente fino al 2010. (...) se tra il 2010 e l'anno successivo "l'asticella" del limite al contante si è ulteriormente abbassata (passando da 5.000 e 1.000 euro), l'evasione, invece, è salita fino a sfiorare il 16 per cento del Pil, per poi ridiscendere nel 2012 sotto quota 14 per cento. Alla luce di questa comparazione possiamo affermare che non c'e' una stretta correlazione tra l'uso della carta moneta e l'evasione fiscale; anzi, il minor utilizzo del contante può diminuire le possibilità di riciclaggio di denaro proveniente da attività illegali che, come sappiamo, non venivano però incluse nelle statistiche ufficiali riferiti all'evasione fiscale

si legge nella nota diffusa dall'associazione artigiana mestrina. In Europa 11 tra i maggiori paesi non prevedono alcun limite all'uso del contante. Francia e Belgio hanno una soglia di spesa con la cartamoneta di 3.000 euro, la Spagna di 2.500, la Grecia di 1.500 euro. Le situazioni più restrittive sono proprio in Italia e Portogallo dove la la soglia massima oltre cui non si può più usare usare denaro contante è di 1.000 euro.

"Il diffusissimo uso del contante è correlato al fatto che in Italia ci sono quasi 15 milioni di unbanked, ovvero di persone che non hanno un conto corrente presso una banca. Un record non riscontrabile in nessun altro paese d'Europa"

spiega Giuseppe Bortolussi, segretario della Cgia. D'altra parte in Italia i costi per la tenuta di un conto corrente sono in Italia i più alti dell'Ue, si ricorda ancora nello studio.

Contante evasione fiscale

  • shares
  • Mail