Bellezza a rate: finanziamenti per interventi di chirurgia estetica

Chirurgia estetica “Da oggi anche tu potrai avere la vita che hai sempre desiderato”

Sebbene non faccia più scalpore l’assicurazione multimilionaria di varie parti anatomiche di star del cinema, desta qualche perplessità la recente linea di finanziamento inaugurata in Libano dalla First National Bank che offre prestiti a chi voglia sottoporsi alla chirurgia plastica. Si chiama Plastic Surgery Loan e propone un finanziamento compreso tra i 1.000 e i 5.000 euro per qualsiasi operazione di chirurgia plastica e di ortodonzia

In Libano, nonostante la recessione economica e le ricorrenti crisi geo-politiche, sembra forte l’esigenza dei cittadini di crearsi un nuovo look. La banca, secondo quanto dichiara Nasr, il direttore marketing dell’Istituto, da quando nell'ultima settimana è stata lanciato il progetto con una pubblicità televisiva, riceve ogni giorno almeno 200 chiamate di persone interessate al finanziamento. Lo sviluppo di un prodotto bancario di questo tipo non è certo casuale ma assolutamente consonante all’espansione della domanda per interventi di chirurgia plastica, aumentata nel 2006 del 20%: gli interventi più popolari sono la liposuzione e la plastica al naso, operazioni che in Libano costano molto meno rispetto a quanto avviene in Europa e in America. (v. articolo)

D'altronde non siamo nuovi a queste forme di finanziamento in Occidente dove ci si può comodamente permettere Lifting, liposuzione e seno nuovo in 'comode rate'. Pagare l'intervento di chirurgia plastica 'un po' alla volta' e' ormai una realta' consolidata in Italia. A sottoscrivere un 'mutuo' per essere piu' belli o ringiovanire e' infatti circa il 60% dei clienti dei centri: soprattutto donne, con un lavoro dipendente e delle regioni del Sud. Una tendenza per la quale si sono 'attrezzati' molti centri specializzati della Penisola, che hanno stretto convenzioni con societa' che erogano finanziamenti. A descrivere il fenomeno e' un'indagine condotta fra i medici e i chirurghi della multinazionale 'Corporacion Dermoestetica', presente con i suoi centri in 17 citta' italiane.
Se già a 20 anni si pensa alla rinoplastica, tra i 20 e i 35 anni, si passa alla fotodepilazione e al peeling, che rimuove le cellule morte, l'intervento al seno e la liposuzione, per poi passare ai filler, al fotoringiovanimento con la luce pulsata, e al lifting dopo i 45 (v. articolo).

  • shares
  • Mail