L'Europa accorcia le distanze su bollette e bonifici

Bollette e bonifici europei Dopo le bollette e i mutui da supermercato (v. articolo) arriva il via libera ufficiale dell'Europarlamento anche sul pagamento extrafrontaliero dei bonifici e all'unificazione dei sistemi di pagamento con carta di credito o carta bancaria tra i magnifici 27.
La novità non è di poco conto per chi debba mantenere un appartamento oltre confine nazionale… si potranno infatti saldare comodamente le bollette a distanza tramite proprio conto o con la carta di credito, utilizzando un unico insieme di strumenti di pagamento con la stessa facilità, efficienza e sicurezza che caratterizza i mercati nazionali.

I pagamenti al dettaglio entrano a pieno rango negli obiettivi di unificazione di Bruxelles che raggiungerà coronamento definitivo con lo Spazio Unico di Pagamento in Euro (Sepa, Single Euro Payment Area) entro il 2010. Il testo passerà ora al Consiglio Ue, che rappresenta i governi, per l'approvazione finale. Saranno poi i singoli stati membri a doverlo trasporre nella legislazione nazionale entro il primo novembre 2009. (v. articolo)

Ricordiamo infatti che per i bonifici all'estero (intra UE) senza l'indicazione dei codici IBAN e BIC poteva essere molto caro. Da un sondaggio del Centro Europeo Consumatori risulta che mentre per i bonifici effettuati con l'indicazione di IBAN e BIC si paga una commissione fino a 5 €, per bonifici senza tali codici vengono addebitate delle ulteriori spese da 5,50 € a 20 €.

La materia è regolata dal Regolamento comunitario n° 2560/2001, il quale prevede che i bonifici bancari transfrontalieri intra UE non possono costare più di quelli infra nazionali. Va però rilevato che solo in presenza dei seguenti requisiti si può usufruire di tale agevolazione:


  • l'importo di bonifico deve essere in EURO e non può eccedere l'importo massimo di € 50.000,00);

  • il bonifico deve essere transfrontaliero verso un altro Stato membro;

  • il cliente deve comunicare alla sua banca il numero internazionale del conto bancario del destinatario IBAN (International Bank Account Number) e il codice di identificazione della banca destinataria BIC (Bank Identifier Code) - chiamato anche codice SWIFT;

  • il bonifico deve avvenire senza particolari istruzioni (p.e. "urgenza", "con avviso del beneficiario", ...).

Tra i benefici per i consumatori Ue anche l'imminente possibilità di pagamento di contravvenzione anche dall'estero. Inoltre, si potranno effettuare pagamenti in tutta Europa con la propria carta di credito o con il proprio bancomat: sara' generalizzato, infatti, l'uso delle carte dotate di chip e codice personale, che sostituiranno definitivamente quelle con la banda magnetica.

  • shares
  • Mail