Putin pensa a una nuova moneta per l’Unione eurasiatica

Il presidente russo starebbe pensando a un’unione monetaria fra Russia, Bielorussia e Kazakistan per competere con euro e dollaro

Ad Astana, il presidente russo Vladimir Putin, in una conferenza stampa svoltasi dopo un vertice trilaterale al quale hanno partecipato anche i leader di Kazakistan e Bielorussia, ha lanciato l’ipotesi di una moneta unica per tutta l’Unione eurasiatica.

La crisi del rublo, la frattura creatasi con l’Unione Europea in seguito al conflitto ucraino e il terremoto operato dallo Stato Islamico negli equilibri delle risorse fossili, hanno costretto Putin a ripensare le proprie strategie economiche:

è giunto il momento - ha detto il presidente russo - di discutere della possibilità di creare in futuro un’unione monetaria tra Russia, Bielorussia e Kazakistan,

ha detto Putin. Il progetto è chiaro: rafforzare la Russia dopo le sanzioni di Unione Europea e Stati Uniti, creare una valuta competitiva sugli scenari globali e avere, ricompattare l’Unione Eurasiatica con una federazione monetaria sulla falsariga dell’euro.

Il presidente kazako Nursultan Nazarbayev e il bielorusso Alexander Lukashenko sono pronti a schierarsi al fianco del leader russo e ad Astana hanno posto le basi per questa moneta che ambisce a sfidare i colossi valutari occidentali, euro e dollaro.

Nella sua visita nella capitale kazaka, Putin ha “sponsorizzato” la conferma di Nazarbayev nelle elezioni politiche che si svolgeranno il prossimo 26 aprile:

È molto importante per tutti coloro che amano il Kazakhstan e hanno a cuore il suo sviluppo stabile e costante, sostenere il presidente in questi giorni. Naturalmente io sono tra questi. È senza dubbio il leader riconosciuto di questo Paese e gode di grande autorità sia in Kazakhstan che nel mondo,

ha detto Putin. L’altro partner Lukashenko, invece, è in carica dal lontano 1994, praticamente senza alcun tipo di opposizione.

UKRAINE-RUSSIA-UNREST-POLITICS-CRIMEA-MONEY

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail